Torna alla lista delle circolari

Reverse Charge: ultimi chiarimenti legati alla legge di stabilità

La Legge di Stabilità per il 2015 (L. 190/2014) aveva introdotto, con
decorrenza dall’inizio del 2015, alcune nuove fattispecie di reverse charge
(o inversione contabile).

Tale meccanismo rappresenta un’eccezione alla regola generale che vede quale
debitore d’imposta colui che cede il bene o presta il servizio; quando
risulta applicabile il reverse charge la fattura viene emessa senza
applicazione dell’Iva e sarà chi riceve il documento a doverla assolvere,
integrando il documento, rendendosi debitore del tributo ma potendo al tempo
stesso portarlo in detrazione (salvo specifiche limitazioni).

La fattispecie di più diffusa applicazione è quella prevista all’articolo
17, comma 6, lettera a-ter), relativa a prestazioni di servizi di pulizia,
di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative ad
edifici.

pdf icon Circolare-02-16-Reverse-charge-chiarimenti.pdf